Compendio al Capitale: «L'operaio ha fatto tutto, l'operaio può distruggere tutto»