Cuore Immortale

Cuore Immortale
Author: C.J. Charlie
Language English
Pages: 121
Genre: Uncategorized
ASIN B00VQWZ5H4
Goodreads Rating: 3.50
Published: April 5th 2015

Mirion, l'ultimo dragonmiri, è un vampiro guardiano immortale. La dolce Maria, con il suo spirito puro, è la luce della sua vita.

Uniti da un amore eterno, ma tormentati dalla maledizione di un demone che continua a separarli crudelmente decennio dopo decennio, Mirion e Maria sembrano destinati a soffrire per sempre. Eppure è proprio nel loro legame che si cela la forza per spezzare la maledizione, se Maria saprà ritrovare le memorie del suo amore per Mirion e ascoltare il suo cuore immortale. PROLOGO Bologna, Italia, Febbraio 13, Ore 23.

00 Maria dormiva un sonno incantato e lui la guardava.

Non poteva farne a meno.

Alla luce della luna che filtrava nella piccola stanza da letto attraverso le tende scostate dal leggero vento d’inverno che lo aveva condotto fino a lì, la bellezza di lei gli ricordava la ragione per cui aveva continuato a lottare per tanto tempo. Le curve di quel giovane corpo, così fuoso, così invitante, il fascino di quei capelli così folti, così lunghi, di un castano profondo e caldo che scaldava il cuore, la delicatezza di quei lineamenti così perfetti, di quella bocca dalle labbra rosse e morbide, la graziosità di quel piccolo naso spruzzato di lentiggini, le lunghe ciglia di quegli occhi che, ora chiusi, sapevano sempre vedere al di là di ciò che era . . . ma la vera bellezza di Maria veniva da dentro, dal suo cuore immortale. Mirion avrebbe voluto dirle che sarebbero fuggiti insieme e che nessuno li avrebbe mai più trovati. Non i suoi nemici. Non i demoni che lo sfidavano ogni notte. Nemmeno il demone del loro passato. Sarebbero fuggiti insieme e avrebbero vissuto la passione del loro amore eterno, insieme, solo loro due. Ma fuggire, purtroppo, sarebbe stato solo un vano desiderio. Non avrebbe cambiato nulla. Mirion tese una mano invisibile verso Maria. La ritrasse. Strinse il pugno.

Chiuse gli occhi per un lungo istante. No. Non voleva svegliarla. Lei era al sicuro così, al sicuro anche da lui. Lo scorrere delle cifre digitali della sveglia accanto al letto, implacabile, gli ricordava, tuttavia, che era quasi ora. Quella notte, allo scoccare della mezzanotte, avrebbero cambiato il loro destino...